Pier Giorgio Frassati – L’amore non dice mai basta


MARIA DI LORENZO

Pier Giorgio Frassati

L’amore non dice mai basta

(Paoline, Milano – prima ed. 2002)

disponibile in italiano, inglese, portoghese, sloveno

*

Pier Giorgio Frassati, il ragazzo delle otto beatitudini, come lo chiamò Giovanni Paolo II il giorno della sua beatificazione. Chi era e perchè i giovani di tutto il mondo lo amano così tanto? Lo spiega molto bene Maria Di Lorenzo nel volume Pier Giorgio Frassati. L’amore non dice mai basta, edito dalle Paoline, che si può leggere in italiano, inglese, portoghese e sloveno. Racconta la vita e i sogni di un ragazzo di vent’anni, nato in una famiglia ricca ma innamorato dei poveri, della sua passione per la montagna, dell’amore non corrisposto per una compagna di università, dei mille progetti di un’esistenza vissuta “a cento all’ora” ma con ogni fibra del suo corpo e della sua anima rivolta a Cristo, che fu la “bussola” del suo cammino. Impossibile non innamorarsi di Pier Giorgio, e la sua figura nel libro di Maria Di Lorenzo si staglia con grande vividezza, regalando momenti di commozione ma anche di autentica allegria e buonumore, perchè con Pier Giorgio Frassati si scopre, forse per la prima volta, che la santità non ha la faccia triste e che i ragazzi di oggi hanno un compagno di strada che non delude, una straordinaria guida lungo la strada che conduce alla felicità cui anelano con tutto il cuore, gettando lo sguardo verso l’infinito.

DEL LIBRO HANNO DETTO…

“Per un intero anno, l’Autrice si è messa sulle tracce di Pier Giorgio, per poterne delineare una biografia spirituale che cercasse di raccontare “l’inspiegabile” sua limpida e straordinaria amicizia con Dio. Frutto di questo “viaggio” è il volume, da poco in libreria: Pier Giorgio Frassati – L’amore non dice mai basta, Edizioni Paoline”.

“MILIZIA MARIANA”
(settembre 2002)

*

“Breve ma intensa biografia di Pier Giorgio Frassati, un ragazzo come tanti, uno studente universitario di ingegneria a Torino, che ha saputo vivere nell’arco della sua breve esistenza terrena, appena ventiquattro anni, tutte le Beatitudini del Vangelo. Nel testo, fra l’altro, una ricca Appendice, in cui sono riportati brani delle sue Lettere, testimonianze, due schede di riflessione di grande attualità per i giovani di oggi”.

“PAGINE APERTE” – Novità, marzo 2002.

*

“E’ una nuova, completa biografia del Beato universitario torinese che la Chiesa non si stanca di additare come modello ai giovani del nostro tempo. L’Autrice, la nostra collaboratrice Maria Di Lorenzo, si domandava perplessa se non fosse superfluo “scrivere un nuovo libro su Pier Giorgio Frassati”; ma confessa di avere superato tale perplessità man mano che andava scoprendo la straordinaria ricchezza spirituale di questo giovane, conosciuto e amato ormai in tutto il mondo. È dunque questo l’aspetto che del Beato la Di Lorenzo ci ha voluto consegnare: una biografia spirituale dove raccontare “l’inspiegabile della sua limpida e straordinaria amicizia con Dio”. A noi interessa aggiungere che anche il capitolo sulla spiritualità mariana di Pier Giorgio Frassati (cfr. pagg. 64-73) ci sembra molto suggestivo e meritevole di essere conosciuto. Il libro è della Paoline Editoriale Libri e ha un prezzo contenuto di 8,00 Euro, proprio per favorirne una larga diffusione”.

“MADRE DI DIO”
(novembre 2002)

*

“Chi era Pier Giorgio Frassati? Uno studente universitario, laureando in ingegneria, nato a Torino da una famiglia molto ricca e altolocata; poco seguito dai suoi, come del resto succede a tanti ragazzi di oggi, sballottati da genitori disattenti e litigiosi, figli di divorziati o di «separati in casa». Un ragazzo come tanti, che studia, si innamora, combina scherzi, fa politica, prega molto.

L’autrice, Maria Di Lorenzo, è laureata in Lettere Moderne, giornalista, ha lavorato per il quotidiano Il Tempo, per la RAI e per la Radio Vaticana. Esperta in spiritualità e problematiche religiose, collabora a diverse testate cattoliche; è curatrice di numerosi siti web dedicati a santi e figure esemplari del nostro tempo; è autrice di alcuni volumi, fra cui “Rosario Livatino. Martire della giustizia” (Milano 2000)”.

“ITINERARI PASTORALI”
(16 giugno 2002)

*

Vai alle pagine in:

INGLESEPORTOGHESE - SLOVENO

*

INDICE DEL LIBRO

Nota biografica

Premessa

1. Un giovane ricco dalla parte dei poveri

2. A Pollone erano giorni di sogno

3. In perfetta letizia

4. Straniero a Torino

5. Servire Dio nell’uomo

6. “Vergine Madre, figlia del tuo Figlio…”

7. La vita secondo lo Spirito

8.“Cristo viene in me ogni giorno”

9. Con corda e piccozza

10. Un amore a senso unico

11. E’ il morire un guadagno

12. Un santo dei nostri tempi

APPENDICE

Dalle Lettere

Hanno detto di lui

Pier Giorgio in Internet

Per la riflessione:

La santità appartiene ai giovani?

Vivere il Vangelo tra politica e carità

Video

Bibliografia

*

DAI LETTORI

Ciao,

sono una studentessa polacca e durante il mio ultimo soggiorno a Roma mi e’ capitato fra le mani il Suo libro “L’amore non dice mai basta”. Volevo soltanto dirLe che sono affascinata della figura di Pier Giorgio Frassati da anni e il Suo libro mi e’ piaciuto moltissimo! Contiene molte informazioni sulla sua vita, ma fornisce anche le testimonianze dei suoi amici. Mi e’ piaciuto il modo in cui Lei l’ha scritto. Anche se studio Lettere Italiane all’Università di Varsavia, non e’ facile per me leggere in italiano, soprattutto a causa delle espressioni sconosciute e del vocabolario sofisticato, ecc. Però il Suo libro l’ho letto con molta facilità ed interesse!

Le sono molto grata di aver scritto questo libro!

Complimenti!!!

Anna

sabato 5 aprile 2003 h 20.07

* * *

18 maggio 2002

Il “suo” Pier Giorgio Frassati presenta in maniera semplice e dettagliata la figura del giovane beato, tanto da farla emergere in maniera quasi fisica. E il dolce Pier Giorgio si fa compagno sensibile della lettura, tanto che ci si commuove ad accostarlo. Conoscevo poco di lui, ma quel poco mi era rimasto nel cuore; adesso, appena ultimata la lettura del suo libro, mi pare di conoscerlo più che un amico.

La ringrazio di aver fatto parlare direttamente Pier Giorgio, senza tante mediazioni, di avere scostato appena il velo della quotidianità dagli eventi della sua vita perchè ne trasparisse naturalmente l’eterna luce. Grazie! Grazie!

Davide (Roma)

* * *

23 aprile 2002

Ho acquistato venerdì scorso il suo libro su Pier Giorgio Frassati, e mai mi sarei aspettata di trovarvi il messaggio scritto da me nel “guest book” dell’associazione. Ho letto quelle righe ancora prima di comprare il volume, per caso… Mi chiedo come mai proprio il mio messaggio sia stato pubblicato tra i tanti, e non mi sembra ancora possibile che ora faccia parte di una biografia sulla figura del beato.

Mi lasci spiegare come mai l’ho scritto. Un giorno del mese di aprile dello scorso anno mi sono trovata in Duomo a Torino: ho notato presso l’altare di Pier Giorgio un album che conteneva molte “dediche” e preghiere. Mi sono avvicinata e ne ho lette alcune, scritte da persone di ogni età, ma io, pur avendo preso la penna in mano, non sono riuscita a scrivere niente. Un episodio simile e’ accaduto anche il 4 luglio, dopo aver assistito ad una funzione in sua memoria, sempre nel Duomo. Non trovavo proprio le parole per esprimere un tumulto di sentimenti, che mi ha poi spinto a cercare a Torino (io abito in una cittadina in provincia di Vercelli) i luoghi che hanno accompagnato la sua esistenza terrena, e che ho menzionato nel messaggio.

Lo scorso ottobre, avendo trovato il “guest book” dell’associazione, ho deciso di non tirarmi più indietro, e dopo qualche giorno di meditazione ho scritto quello che avevo bisogno di esprimere, seguendo l’esempio di altre persone che prima di me si erano rivolte direttamente a lui. Pur immaginare cosa ho provato nel leggere quelle frasi stranamente “famigliari” mentre sfogliavo il libro!

Giulia

* * *

28 marzo 2003

Carissima Maria,

comincio questo messaggio di posta elettronica dandoti del tu: mi sembra di conoscerti, dato che mi hai narrato la storia di un grande santo, Pier Giorgio Frassati, tenendomi compagnia, con le tue pagine, per diversi giorni.

Durante l’ostensione della Sindone, a Torino nel 2000, mentre accedevo al Duomo attraverso i vari padiglioni assieme ad un grande gruppo di amici, la mia attenzione era tutta concentrata a quella misteriosa reliquia… che anche se non fosse autentica, resterebbe senza ombra di dubbio un’icona della sofferenza. Entro nel Duomo, immerso nel silenzio… Ad un tratto mi giro e incontro il volto sorridente di Pier Giorgio: era dunque sepolto lì! Io non lo sapevo… fu una bella sorpresa; di lui non conoscevo molto, quasi niente per la verità, ma da quel poco che potevo ricordare, doveva essere stato un ragazzo cristiano coerente… Quel giorno mi sembrò di avere guadagnato un amico in più. Da allora, ogni volta che incontravo un articolo o altro che parlasse di lui, mi soffermavo a riflettere sulla sua vita, sulla sua amicizia con Dio tanto bella e trasparente.

Nelle recensioni della rivista “Il rosario”, che trovo sempre sul camino di casa di nonna, ho trovato il titolo del tuo libro; l’ho cercato e l’ho letto con grandissimo interesse! Grazie per lo stile “giovane” con cui mi hai raccontato la storia di Pier Giorgio!

Lui a 24 anni era già l’uomo delle otto beatitudini…Anch’io ho 24 anni e ti dico in verità che il suo esempio mi sta aiutando molto; non a diventare bigotto, ma a “restare cristiano”…a salire “verso l’alto”…

Anche se P. Giorgio è molto più avanti di noi…è bello questo diffuso sentirsi “parte della sua cordata”; io me l’immagino mentre aspetta un altro fratello in Cristo Gesù, che arranca un po’ nel cammino, ma che ha tanta voglia anche lui di salire “in alto”; sì, cara Maria, me l’immagino così, col suo sorriso da fratello maggiore senza pretese, col suo viso da “santo ordinario”…che s’inventa chissà cosa con squisita carità per non farti pesare la tua lentezza e la tua pigrizia, ma che rimane al tuo fianco additandoti mète più alte e vere, luoghi di quella fierezza propria della gioventù! Non è questo il “cur non ego?” che spronò sant’Agostino, e tanti altri come lui, a camminare sulle vie del Signore?

Grazie ancora!

Ilvio

* * *

23 marzo 2003

Le scrivo perché ho letto il Suo libro su Pier Giorgio Frassati – L’amore non dice mai “basta”-.

A Matera vi è l’Istituto Superiore di Scienze Religiose ed io sono iscritto da circa cinque anni. Al momento sto ultimando gli esami e contemporaneamente ho iniziato a mettere nero su bianco per quanto riguarda la mia tesi. E’ facile immaginare, data la premessa, che la tesi verterà su Pier Giorgio Frassati – testimone della carità-. Il Suo libro è stato il primo che ho letto e ne sono contento, perché ho riscontrato semplicità, naturalezza, passione ma soprattutto una forte cristianità.

Sa dove la mia attenzione, oggi, si è soffermata? A pag. 151 “Per la riflessione” ( per dirla tutta è stato un ritorno a questo capitolo). Per me Pier Giorgio è colui che mette in discussione il mio essere cristiano cattolico in questa società, negli ambienti in cui opero, specie in quello politico. Lei scrive, e sono d’accordo, che Pier Giorgio non ha paura di “sporcarsi le mani”, né si tira indietro per la causa del bene comune. E allora ci si domanda: “Quanti di noi, giovani credenti, scegliamo di impegnarci in politica per un servizio di carità…?”

Altri interrogativi seguono e si possono trovare anche le risposte alle quali devono seguire i fatti, non solo le parole. Le confesso, e spero di sbagliarmi, che siamo in pochi. E’ più facile stare alla finestra che affrontare il campo di battaglia. Oppure, come si usa dire certe volte, comportarsi come i cinesi che aspettano in riva al fiume il passaggio del cadavere.

Grazie per l’attenzione e Le auguro di trascorrere una buona domenica.

Michele

* * *

…semplicemente, GRAZIE!!!

Ho appena terminato il libro “PG Frassati – L’amore non dice mai basta”: un capitolo al giorno, mi ha accompagnata nel mese di febbraio. Conoscevo già ed amavo questo giovane, ma il leggere e meditare le pagine da Lei scritte mi ha ridato vigore, una nuova carica per cercare di vivere al massimo la mia vita!!

Ambra

2 marzo 2003

* * *

19 giugno 2006

Cara Signora/Signorina Di Lorenzo,

Salve! Ho traslocato a Roma dagli Stati Uniti l’anno scorso. Rimarrò qui per sei anni. Questo anno studiavo la lingua italiana per la prima volta. Il primo libro ho letto in italiano era il tuo libro, Pier Giorgio Frassati, L’amore non dice mai “basta”. Complimenti! Mi e’ piaciuto il libro. Era ben scritto. Prego che Dio ti benedica!

P. Joe

* * *

10 febbraio 2003

Gentile sig.ra Di Lorenzo,

ho letto con interesse il suo libro dedicato al beato Frassati e approfitto della sua disponibilità per una mia particolarissima idea: sarebbe stimolante proporre a chi di dovere un film sulla vita di Pier Giorgio.

Si sa che la tv ed il cinema sono dei mezzi d’intrattenimento per molti giovani e sarebbe un’occasione sprecata non considerare queste opportunità per far conoscere anche ai non credenti l’eroismo nella quotidianità del Frassati.

Ancora grazie,

Francesca

* * *

5 marzo 2005

Buongiorno sig.ra Maria,

prima di tutto Le volevo fare i complimenti per il libro che ha scritto su Pier Giorgio Frassati, mi è piaciuto perché ho preso tanti spunti per la mia giovinezza!

Si chiederà perché per la mia giovinezza, io sono un ragazzo di 19 anni e abito un piccolo paesino nella provincia di Como, e mi piacerebbe, sempre se Dio lo vorrà aiutare sempre il prossimo, che sia povero o che sia un amico che ha bisogno di aiuto e bisogna dargli una mano!

Ho iniziato a conoscere qualcosa su Pier Giorgio Frassati nel 2001 e mi sono innamorato della sua vita, della sua voglia di aiutare il prossimo, di cercare e poi successivamente di riuscirci ad essere in grazia di Dio!

Con questa e-mail vorrei ringraziarla di tutto perché mi ha aiutato molto a capire Pier Giorgio Frassati e a capirmi meglio!

Le auguro una buona giornata!

Saluti
Mattia

* * *

23 giugno 2003

Ciao Maria,

mi fa un certo effetto scrivere ad una scrittrice e soprattutto perchè leggendo il tuo libro “PIER GIORGIO FRASSATI – L’amore non dice mai basta” (Ed. Paoline 2002) tu dici di essere disponibile ad instaurare un dialogo con me. QUESTO è MERAVIGLIOSO!

Mi ha affascinato il tuo modo di presentare la figura di questo giovane così contemporaneo, poichè hai creato con il lettore un clima di familiarità, utilizzando un linguaggio scorrevole e non superficiale dove poco per volta emergeva il vero protagonista Pier Giorgio.

Amava gli sport ed io tendevo a pensare che il tempo dedicato a questo genere di cose togliesse qualcosa alla preghiera o fosse “roba del mondo.” Invece fa parte dell’essere cristiani il contatto con la natura, la lode spontanea a Dio che scaturisce dalla pratica di uno sport:ti apre alla vita alla spensieratezza per ridare nuove energie e dalle quali attingere forza per andare avanti. Era coerente e deciso, non aveva paura di quello che avrebbe pensato la gente, rischiava in prima persona sempre ed era pronto ad aiutare tutti, perfino a rinunciare ai suoi progetti pur di accontentare padre, sorella,ecc.

In compagnia era scherzoso ma attento alle esigenze di tutti e su questo io trovo sempre molti muri nel far capire agli altri che si può stare insieme divertendosi ma nello stesso tempo senza scivolare nel volgare o nel superficiale. Era sempre sorridente gioioso e questo per me è molto difficile realizzarlo perchè vivo in un ambiente familiare un po’ deprimente e risalire la china ogni giorno è difficilissimo ma non impossibile con l’aiuto della preghiera.

Pier Giorgio l’ho scoperto nel triduo pasquale di quest’anno, partecipando ad un ritiro presso i Gesuiti di S. Mauro e la mia stanza era quella di Pier Giorgio. Il suo messaggio di quei giorni è stato forte e chiaro: “Prendi il posto nella società facendo la tua parte, utilizzando i carismi”. Ed ho iniziato a proporre degli insegnamenti a giovani sul senso della vita tramite un progetto giovanile sempre a Torino.

Sono molto contenta di averti scritto e soprattutto di aver potuto approfondire con il tuo capolavoro questo giovane che ha tanto da insegnare. Non mi sono ancora presentata io sono Laura ho 33 anni e sto aspettando il ruolo essendo vincitrice di concorso nella scuola elementare. Ti sto scrivendo tramite la posta elettronica di un mio amico D. Alberto e sempre nella sua biblioteca ho trovato diciamo “casualmente” il tuo formidabile libro.

Non capita tutti i giorni di poter dialogare con una persona del tuo calibro. Ti ringrazio tanto del lavoro che ti sei accollata per riuscire a produrre un libro così interessante e stuzzicante ed ora non mi resta che salutarti… vorrei che pregassi per me così io pure per te.

Laura

* * *

13 novembre 2006

Ho letto “tutto d’un fiato” il Suo libro su Piergiorgio.

Nel 1941 all’Oratorio che frequentavo, il Direttore mi fece leggere il libro scritto da don Cojazzi. Evidentemente a quell’epoca non aveva potuto scrivere TUTTO per evidenti motivi…Sono passati tanti anni. In occasione di una ripresa TV del Duomo di Torino ho potuto vedere l’altare a Lui dedicato: era il 1997. Da quell’anno – OGNI GIORNO – Gli rivolgo una preghiera. Ho 79 anni, 64 dei quali al servizio dei giovani nello Scoutismo Cattolico, in cui ancora milito negli Scouts d’Europa.

Grazie per tutto quello che ha scritto su di Lui.

Giancarlo

* * *

18 gennaio 2005

Gentile scrittrice,

Le scrivo per dirle che ho letto il suo libro “PIER GIORGIO FRASSATI L’amore non dice mai basta” e mi è piaciuto molto.

Sperando di poterLa un giorno incontrare, la saluto cordialmente.

Pasquale

* * *

22 ottobre 2004

Gentile Maria Di Lorenzo,

ho letto con slancio il suo bel libro dedicato a Pier Giorgio Frassati, acquistato per puro caso.

Ne ho apprezzato il taglio narrativo, la chiarezza (inestimabile) e la gentilezza del tocco poetico, emotivamente intrigante. Il suo è davvero un ottimo contributo, molto chiaro e di ampia referenza: è stata una lettura entusiasmante, lieta e garbata.

Spero, davvero, di poterla incontrare e di continuare, se lei vorrà, questo ‘dialogo’ telematico. Le stringo la mano, congedandomi da lei, con ogni cordialità.

Matteo

* * *

18 Novembre 2002

Gentilissima Maria,

mi permetto di chiamarla cosi perchè dopo aver letto il suo libro su Pier Giorgio Frassati, ed avermi incantato con il suo modo di scrivere la vedo più come amica, che mi ha avvicinato a questo personaggio a me inizialmente sconosciuto, ma del quale mi sono davvero innamorata.

Io studio Teologia a Catania. Ho deciso (anche grazie a lei) di preparare la tesi finale proprio su Pier Giorgio…

Lucia

* * *

12 settembre 2003

Ciao!

Mi chiamo Gionata e abito a Santo Stefano Belbo (CN) (per una laureata in lettere dovrebbe dirgli qualcosa). Ho già fatto il servizio civile e da due anni lavoro part time in uno studio di commercialisti (così mi sono presentato). Ah dimenticavo, non guardare la sintassi o errori perché scrivo di botto e anche se controllassi il testo non migliorerebbe granché (ho sempre avuto l’insufficienza di Italiano Scritto a Liceo).

Torniamo a noi… Non sono un fanatico di internet, lo uso giusto per la posta, ma stasera avevo giusto un po’ di tempo per una ricerchina e…. è ricomparso il tuo nome (di nuovo!) sì sì proprio di nuovo! e a questo punto ho preso la tastiera del computer tra le mani e ho deciso di scriverti. E’ quasi da un anno che mi “sei sempre tra i piedi” (in senso buono). Mi spiego.

Inizio con il ringraziarti del bellissimo libro su Piergiorgio, una figura che mi ha aiutato molto nel mio primo anno in cui ho abitato a Torino (l’anno scorso proprio in questo periodo o quasi iniziavo l’ultimo anno dei corsi). Piergiorgio ha significato molto per me come esempio da seguire e mi sono subito affezionato a Lui… Insieme ad alcuni amici questa primavera siamo andati a fare il pellegrinaggio Pollone-S. Oropa come lui stesso più volte faceva e dicendo il Rosario in unione con molti altri giovani di altre luoghi sono andato a fargli anche visita al Duomo…

Per me Piergiorgio mi ha dato proprio “una spinta” e soprattutto nei suoi punti fermi quale l’importanza dell’Eucarestia quotidiana, il rosario, ecc. non voglio dilungarmi troppo, è stato molto importante per me accompagnandomi in quest’anno di studi a Torino e aiutato nella mia quotidianità di studente… Pensa che quest’estate inaspettatamente io insieme ad una mia amica (di Ivrea) abbiamo fatto una piccola testimonianza su Pier Giorgio al Festival internazionale di giovani di HauteCombe organizzato dalla comunità Chemin Neuf (se vuoi andare a vedere c’è il sito della comunità con le foto del festival). (di solito io non faccio di queste “cose”, ma non ho potuto dire di no in ringraziamento a Piergiorgio)

Volevo semplicemente ringraziarti per il tuo lavoro, e farti i miei complimenti per il tuo talento nello scrivere…

Grazie. Grazie di cuore.

Ciao

Gionata

PS. continua così…

* * *

22 maggio 2003

Salve

mi permetto di scriverle in quanto ho appena terminato la lettura del libro “Pier Giorgio Frassati, l’amore non dice mai basta”, rimanendo affascinato e colpito dalla straordinarietà di una vita vissuta nella Santità con semplicità e determinazione.

Sono davvero soddisfatto di come Lei ha presentato la figura di Pier Giorgio, mettendone in rilievo gli aspetti più significativi ed importanti per chi, come me, è un giovane d’oggi a contatto con un mondo che, spesso e volentieri, sottace e dimentica quei valori per cui veramente vale la pena lottare e Vivere.

La figura di Frassati è per me figura “faro”, modello di vita cui ispirarsi anche quando tutto sembra andare controcorrente.

Nel ringraziarla per aver scritto questo libro, fondamentale per la mia vita, vorrei chiederle, inoltre, dei suggerimenti.

Sono laureando in scienze politiche e il mio intento sarebbe quello di lavorare come giornalista, seguendo la sua strada, dedicandomi soprattutto all’aspetto della spiritualità e della religione. Da pochi mesi sono diventato giornalista pubblicista, scrivendo per un giornale locale, ma ora che termino gli studi universitari in che direzione dovrei muovermi? Tutti mi presentano il giornalismo come un mestiere duro, direi irrealizzabile se non con le giuste conoscenze, ma allora una persona che non ha tali conoscenze dovrebbe lasciar stare tutto? In che direzione dovrei muovere i primi passi?

Ancora grazie per aver letto questa e-mail e mi perdoni per aver abusato del suo tempo!

Cordiali saluti

Gianmichele

*

image005MARIA DI LORENZO

Pier Giorgio Frassati

L’amore non dice mai basta

(Paoline, Milano – prima ed. 2002)

disponibile in italiano, ingleseportoghese,sloveno

*

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...